Back to the Future school project

Progetto Back to the Future

Dicembre 2016 – giugno 2019

La crisi siriana

Centinaia di migliaia di bambini rifugiati provenienti dalla Siria aspettano in Libano e in Giordania la pace per poter tornare alle loro case. La maggior parte di loro sono in una situazione senza speranza. Vivono con le loro famiglie in campi o case e sono particolarmente vulnerabili allo sfruttamento, come la tratta dei bambini e il lavoro minorile. Spesso non possono frequentare la scuola. Il progetto “Back to the Future” risponde alle esigenze educative di questi bambini consentendo loro di costruire un futuro migliore per la Siria e l’intera regione. Più di 450.000 bambini siriani rifugiati in Libano e più di 240.000 in Giordania hanno un’età compresa tra i 3 e i 18 anni; il 60 per cento di loro non va a scuola. Un’intera generazione sta crescendo con pochi motivi per sperare in un futuro migliore. Ecco perché l’istruzione è fondamentale per lo sviluppo di tutte le persone colpite dal conflitto.

Il progetto

Questo progetto è finanziato dal Fondo fiduciario regionale dell’UE in risposta alla crisi siriana – il “Fondo Madad dell’UE” – ed è realizzato da AVSI, Terre des Hommes Italia, Terre des Hommes Netherlands e War Child Holland. Nell’arco di tre anni (2016-2019) il progetto permetterà a più di 21.700 bambini siriani, libanesi e giordani di andare a scuola.

Il progetto “Back to the Future” promuove l’iscrizione e migliora la retention nel sistema d’istruzione formale per i rifugiati e i bambini vulnerabili delle comunità locali in Libano e Giordania e attraverso la creazione di un ambiente adeguato attraverso la ristrutturazione degli edifici scolastici. Il progetto sostiene attività formali e informali per bambini in età prescolare e in età scolare (dai 3 ai 17 anni).

  • Back to the Future school project
  • Back to the Future school project
  • Back to the Future school project
  • Back to the Future school project
  • Back to the Future school project
  • Back to the Future school project

Il progetto risponde a una serie di barriere all’istruzione che incontrano i bambini vulnerabili in Libano e Giordania:

  • mancanza di spazi fisici sicuri e dignitosi per l’apprendimento (scuole non adatte allo scopo)
  • i genitori/tutor non dispongono di mezzi di trasporto, pasti scolastici e materiali
  • elevato tasso di abbandono delle scuole pubbliche da parte dei bambini siriani rifugiati
  • lavoro minorile e matrimoni precoci in comunità vulnerabili
  • le comunità di rifugiati conoscono le procedure per iscriversi alle scuole pubbliche
  • bambini con assenza a lungo termine (3 anni e oltre) che non possono accedere direttamente alle scuole
  • i bambini hanno bisogno di un supporto per l’alfabetizzazione di base e nozioni di calcolo per accedere al sistema pubblico
  • problemi psicosociali individuati in bambini vulnerabili, con conseguenti difficoltà educative, tra cui ADHD, problemi comportamentali e altri problemi di concentrazione
  • scarse competenze linguistiche (francese/inglese) dei bambini siriani rifugiati hanno creato una barriera, in quanto i programmi pubblici libanesi sono insegnati in queste lingue

Le nostre attività

  • programmi di sviluppo della prima infanzia per bambini di età compresa tra i 3 e i 5 anni
  • attività di alfabetizzazione e nozioni di calcolo di base per i bambini dagli 8 ai 14 anni molti bambini hanno difficoltà di apprendimento perché hanno perso uno o più anni di scuola
  • corsi di lingua straniera, inglese e francese (in Libano) per preparare all’istruzione i bambini tra i 10 e i 14 anni; in Libano l’istruzione è in inglese e francese, mentre l’insegnamento in Siria è in arabo
  • sostegno per l’apprendimento e i compiti a casa per i bambini di età compresa tra gli 8 e i 14 anni
  • attività di sostegno psicosociale (PSS) per i bambini di età compresa tra gli 8 e i 14 anni e i loro genitori/tutori
  • Le attività ricreative, tra cui arte, gioco e teatro, migliorano il benessere dei bambini e offrono spazi sicuri per l’apprendimento e il gioco.
  • Supporto per i compiti a casa: Lezioni pomeridiane per i bambini in età scolare a rischio di abbandono scolastico/che hanno voti bassi in tutte le materie.
  • Riparazione e ristrutturazione delle strutture scolastiche.
  • Il trasporto scolastico offerto consente a un numero maggiore di bambini di frequentare i corsi scolastici; è compresa una merenda durante le attività.

Progetto in due Paesi:

Libano – Giordania

Locations of our educational activities:

Nei nostri centri educativi “Ritorno al futuro” forniamo (vedi mappa):

  • Educazione della prima infanzia basata sulle comunità locali (CB-ECE)
  • Alfabetizzazione di base e nozioni di calcolo (BLN)
  • Foreign language support (FLS)
  • Corso di lingua straniera (FLC)
  • Supporto per i compiti a casa (HWS)

Nelle scuole governative sosteniamo i bambini iscritti a scuola con corsi di recupero, supporto per i compiti a casa e corsi di lingua straniera (BLN, HWS e FLC). Nei nostri centri educativi sosteniamo i bambini, iscritti e non ancora iscritti nelle scuole, offrendo lezioni (CB-ECE, BLN, FLC e HWS).

Risultati

Libano (ultimo aggiornamento: luglio 2018)

  • 11.711 bambini sono stati iscritti alle nostre attività educative
  • 7.620 bambini sono stati iscritti alle nostre attività educative informali
  • 4.091 bambini hanno beneficiato di un programma di sostegno all’apprendimento
  • 4.935 bambini sono stati indirizzati all’istruzione formale
  • 43.065 persone hanno ricevuto informazioni sulle opportunità di educazione informale e formale nelle loro comunità in occasione di visite a domicilio
  • 533 membri dello staff, insegnanti e volontari, sono stati formati sulla protezione dell’infanzia, sul pronto soccorso e sulle capacità di animazione

Giordania (ultimo aggiornamento: luglio 2018)

  • sette scuole sono state ristrutturate e sette scuole sono ancora in fase di ristrutturazione
  • 1.179 bambini sono stati iscritti alle nostre attività educative e di educazione informale
  • 44 insegnanti e professionisti dell’istruzione sono stati formati

Un progetto collaborativo gestito da

Back to the Future school project

Questo sito web è stato sviluppato con l’assistenza del Fondo fiduciario regionale dell’Unione europea in risposta alla crisi siriana, il “Fondo Madad”. I contenuti del sito web sono di esclusiva responsabilità del progetto “Back to the Future” e dei partner di implementazione e non riflettono in nessun modo le opinioni dell’Unione Europea.