La chiamano la generazione perduta: quella che a causa della guerra non ha più accesso all’educazione. Ora però chi è fuggito in Libano ha una chance in più (grazie ai soldi della Ue).

Read the full article here: 02.22.2019 Venerdì di Repubblica