Akkar (Libano) – La felicità, per Ahmed, è l’acqua calda. La felicità è sua madre che, da qualche settimana, su una bombola riscalda le pentole, e permette a lui e ai suoi quattro fratelli di farsi la doccia calda. Ma la felicità è anche non sentire più il rumore delle bombe, non dover correre quando gli aerei si avvicinano nei rifugi, non dover aspettare che faccia giorno. Read Article